Addio a Giuseppe Agozzino


Addio a Giuseppe Agozzino



Addio Direttore, Umbria Jazz ti saluta con affetto e riconoscenza, perché non può dimenticare quanto hai speso di te, della tua creatività, del tuo entusiasmo nei primi anni di quella pazza avventura.

Nell’ Umbria Jazz dei settanta, tra distese di sacchi a pelo e tanta, talvolta ingenua, voglia di musica, hai vissuto in prima linea, come Direttore dell’Azienda di turismo, una manifestazione che nessuno aveva mai visto prima in Italia. Tra mille problemi, ma pure con la testarda voglia di contribuire a far nascere qualcosa di unico, furono gettate le basi di un evento che poteva apparire fragile, ma che dura da quarantasei anni. Anche grazie a te. Ci hai creduto, e non era scontato. Crederci per te voleva dire dare l’anima. Come hai fatto anche per la Sagra, per il Teatro in piazza, per tante altre iniziative nelle quali la fantasia dell’artista si coniugava con la serietà del funzionario pubblico. All’Umbria mancherai molto.




foto di Giancarlo Belfiore